Le biciclette da carico o cargo bike salveranno il mondo

portare bambini in bici con TAGA BIKE, bici-passeggino

Le biciclette da carico o cargo bike salveranno il mondo

L’abbiamo sempre saputo: le biciclette da carico o cargo bike salveranno il mondo! Ci salveranno dall’eccesso insostenibile delle macchine sulle strade, dal traffico, dallo smog, e dalla vita poco salutare che siamo costretti a condurre.
E all Eurobike 2018 abbiamo avuto un’ulteriore conferma, il mondo gira sulla bicicletta elettrica e sulla cargo bike! Una realtà sempre più diffusa, sempre più potente e sempre più di design.

Quest’anno a Eurobike per la prima volta c’è stata una Cargo Area, riservata solo alle bici cargo, sono le biciclette capaci di sostituire le macchine anche sulla questione del trasporto e, a brevi distanze di, circa 10, ma anche 20 km, specie nelle città, centri abitati, ma anche in campagna, possono essere meglio di una macchina!

Le cargo bike esistono di diversi tipi e principalmente si distinguono tra le cargo elettriche e le cargo senza motore e tra i tricicli e le cargo bike a due ruote. Un’altra caratteristica molto importante se sono state create inizialmente per trasportare il carico o per il trasporto di bambini.
Vediamo ciascuna di loro.
La maggior parte delle cargo sono elettrificate ed è logico, la bici cargo è già di per se molto robusta, se poi aggiungiamo il carico e magari con il caldo d’estate, il motore è essenziale. Tra l’altro, in questa edizione di Eurobike 2018 la maggior parte delle biciclette, di qualsiasi destinazione d’uso, provenienza, peso e design erano elettriche. Questo rispecchia la tendenza ma anche l’ambizione della bicicletta come mezzo di trasporto principale. Tuttavia, anche a causa del costo, sono presenti sul mercato anche le cargo bike senza motore, con la possibilità di elettrificarle successivamente. E’ un ottima soluzione sia per affrontare meglio i costi sia per capire meglio se la bici senza motore può fare al caso tuo.

Ci sono 4 cose da tenere in considerazione prima di acquistare una cargo bike non elettrica:

1. Il peso della bicicletta. Più è leggera, più sarà facile guidarla anche senza motore.
2. Quanto carico si intende trasportare per lo stesso ovvio motivo.
3. La distanza e la pendenza che si deve percorrere giornalmente.
4. La differenza di prezzo tra la versione elettrica e non, poi la facilità e i costi per elettrificarla successivamente.

Adesso vediamo le differenze e i modelli esistenti tra le cargo bike a due e a tre ruote.

Le cargo bike a tre ruote, cioè i tricicli possono avere 2 ruote davanti e una dietro oppure una davanti e due dietro.
La maggior parte delle cargo a 3 ruote hanno delle ruote davanti per una serie di motivi: può trasportare più carico, è più maneggevole ed è decisamente più figa.
Le cargo bike a triciclo con due ruote posteriore (esattamente come il nostro primo triciclo da piccoli) ha un unico vantaggio, costano di meno. Un’altro eventuale vantaggio è che la loro guida è più intuitiva e facile rispetto alla maggior parte dei tricicli con 2 ruote anteriori. Ma è anche meno stabile in curva rispetto ad alcune biciclette a tre ruote. Per non parlare dell’aspetto da un bambinone.

Dunque i tricicli con le ruote anteriore hanno numerosi vantaggi, sono più stabili proprio grazie alla sua struttura a tre ruote, hanno un bell’aspetto e un bel design. Tra tutte le biciclette che abbiamo visto, è proprio questa la categoria che vanta un design più bello. Le cargo a tre ruote davanti possono trasportare più carico delle altre cargo bike, proprio grazie alla loro struttura.
Un’attenzione particolare bisogna prestare alla guida, la quale può essere di 2 tipi:
Con la sterzata basculante che permette di inclinare la bicicletta in curva e con la sterzata con asse bici dritta.
La sterzata basculante, effettivamente molto figa quando hai imparato ad usarla permette di non rallentare in curva, a differenza degli altri tricicli, ma, nello stesso tempo, perde la stabilità, un grande vantaggio delle biciclette da carico (cargo bike) a tre ruote, specie se trasporti i bambini. L’abbiamo provate personalmente, e, nonostante che avevamo già l’esperinza nella guida dei tricicli, abbiamo avuto qualche difficoltà, specie in curva. Senz’altro superabile con l’esperienza, ma di certo non infallibile, – la grande stabilità è una delle caratteristiche più apprezzate in un triciclo.

Le cargo bike con la sterzata con asse bici dritta. Uno dei vantaggi assoluti, è la sua grande stabilità. A differenza dalla sterzata basculante, la bicicletta è stabile sempre, da ferma, in movimento e in curva. Per curvare bisogna rallentare un po’ ed eventualmente (viene naturale) bilanciare la curva con un leggero movimento del corpo. Tuttavia, rallentando maggiormente, questo movimento non viene richiesto. Personalmente troviamo questo tipo di cargo bike più adatta alle mamme per il trasporto di bambini o la spesa.

Passiamo alle cargo bike a due ruote, essendo meno stabili di quelle a tre, anno comunque numerosi vantaggi. Principalmente sono più snelle e possono passare lì, dove un triciclo non passa, nei punti più stretti. Anche i san pietrini delle vie centrali sono meno fastidiosi con una bici a due ruote. La principale differenza tra le diverse cargo a due ruote è la portata di carico che può essere davanti oppure dietro. Sorprendentemente la bicicletta con il carico in avanti risulta più stabile di quanto pensassi, quasi a livello dei tricicli con la sterzata basculante. I modelli sono numerosi e la bicicletta può essere dotata o meno di un cestone.

Tuttavia, personalmente tra le bici da carico a due ruote, troviamo più utili le long tail, snelle e veloci, la sensazione è molto simile a quella di guidare una bicicletta normale, con la capacità di poter portare molto più carico ed avere miglior bilanciamento. Necessità bilanciamento, è più amata dagli uomini per i quali la bicicletta è un vero cavallo da battaglia, oppure dai papà che possono caricare in questo modo ben 3 bambini dietro.

Esistono anche le biciclette da carico molto simili alle city bike, leggermente più lunghe e più robuste. Come vantaggio è che non c’è proprio differenza nella guida tra questo tipo di cargobike e la city bike eppure è una cargo e può trasportare quello che una bici non può fare, per esempio due bambini dietro. Come svantaggio si può notare, che questo tipo di bicicletta, una via di mezzo tra la bicicletta normale e la bici da carico è molto più costosa. Con lo stesso prezzo o anche meno si può acquistare una vera cargo bike!

Le biciclette da carico ibride o transformer. In questa categoria rientrano le biciclette che possono trasformarsi da una bici cargo in un carrello o un passeggino. Offrono la trasformazione più o meno veloce, facile e pratica. Alcune davvero geniali. Vi ricordiamo che la prima bicicletta di questo genere è stata  TAGA BIKE, uscita nel 2008, e, a distanza di 10 anni, come mostra anche Eurobike 2018, ancora è insuperabile. Un triciclo con la sterzata con asse bici dritta, sempre stabile, è la più snella e la più leggera di tutti i tricicli in commercio. Il suo modello Bici Passeggino si trasforma in un vero passeggino in soli 20 secondi con facili ed eleganti movimenti di una mamma!

 

Scopri il mondo divertente e innovativo di Taga Bike!